powered by Suunto
  :   :   :  
giorni   ore   min.   sec.
Südtirol Ultra Skyrace
Gara di corsa estrema sull'alta via

Tutto è pronto per l’edizione speciale della Südtirol Ultra Skyrace 2021

Bolzano, 25 agosto 2021 – Dopo un anno di pausa obbligata, sabato 28 agosto la Südtirol Ultra Skyrace farà il suo ritorno nella scena internazionale del trail running. L’evento di sport estremo sull’alta via ‘Hufeisentour’ nelle Alpi Sarentine quest’anno si svolgerà in forma un po’ ridotta. In via del tutto eccezionale, infatti, i partecipanti potranno scegliere soltanto tra i due percorsi brevi, la Südtirol Sky Marathon (44,5 km/2863 metri di dislivello) e il Südtirol Sky Trail (27 km/1800 m di dislivello). Alla Marathon prenderà parte anche il gardenese Georg Piazza, che lo scorso fine settimana ha vinto la Maddalene 30K.

Dopo diversi mesi d’intensa preparazione, gli organizzatori della Südtirol Ultra Skyrace sono in dirittura d’arrivo. “Siamo pronti per il nostro evento. Certo, è stato difficile perché in seguito alla pandemia di coronavirus sono state poste molte più condizioni. Sicuramente tante di queste limitazioni hanno fatto sì che atlete e atleti – soprattutto stranieri – abbiano deciso di non partecipare. Ma con questo devono convivere tutte le organizzazioni. Per noi è importante dare un segno di ripartenza e non vediamo l’ora che arrivi la partenza di entrambe le gare”, spiega Josef Günther Mair, presidente del comitato organizzatore.

Sabato 28 agosto alle ore 7.30 i partecipanti alla Südtirol Sky Marathon, lunga quasi 45 chilometri per un dislivello di poco superiore ai 2800 metri, partiranno dai prati del Talvera per vivere la loro avventura sull’alta via Hufeisentour nelle Alpi Sarentine. Saliranno fino al Corno del Renon, proseguiranno dirigendosi alla Forcella Sarentina e alla cappella Totenkirchl e da lì scenderanno verso il centro di Sarentino. Anche un atleta altoatesino di spicco prenderà parte alla Marathon: Georg Piazza. Il gardenese conosce bene la zona, ma questa sarà la sua prima partecipazione all’evento podistico nelle Alpi Sarentine. “Da bambino andavo spesso all’Alpe di Villandro, dato che mia nonna era originaria di questa zona. Per questo conosco davvero molto bene i dintorni del Corno del Renon e della Totenkirchl. Sono curioso di vedere come smaltirò la fatica fatta domenica alla Maddalene 30K e non vedo l’ora che arrivi questa nuova sfida”, afferma Piazza. 

Il record sul percorso della Südtirol Sky Marathon è di 3h58’05” ed è stato fatto nel 2019 dal campione locale Hannes Perkmann. Dato che quest’anno gli atleti dovranno fare una breve deviazione – la passeggiata di Sant’Osvaldo è ancora chiusa all’altezza dell’hotel Eberle per una frana – questo tempo dovrebbe essere così poco in pericolo come il record femminile di 5h08’38” segnato, sempre nel 2019, da Edeltraud Thaler. Se da un lato, con ogni probabilità, Perkmann non sarà al via, dall’altro Thaler punterà al terzo trionfo di fila. Lo scorso fine settimana in Val di Non la signora del podismo altoatesino ha dimostrato di essere in forma aggiudicandosi la Maddalene 30K, vinta in campo maschile da Georg Piazza.


Il Südtirol Sky Trail sarà percorso a ritroso

Il Südtirol Sky Trail, con i suoi 27 chilometri e i suoi 1800 metri di dislivello di quest’anno – il percorso si svolgerà in direzione opposta rispetto al solito – avrà inizio sui prati del Talvera sabato 28 agosto alle ore 9. Le atlete e gli atleti affronteranno un’avvincente salita verso San Genesio per poi scendere verso il traguardo a Sarentino passando per il Salto, malga Möltner Kaser e gli omini di pietra. I record del tracciato di Thomas Holzmann (2h14’22”) e Anna Gräber (2h36’56”) saranno fuori portata, dato che sul tracciato alternativo dovranno essere affrontati 700 metri di dislivello in più rispetto al percorso originale da Sarentino a Bolzano.

“Possiamo svolgere la gara in quest’anno particolare grazie a molte persone: innanzitutto al nostro esperto comitato organizzatore, poi ai tanti volontari, agli sponsor e alle istituzioni pubbliche, che ci sostengono con forza nonostante l’edizione di quest’anno sia più piccola. Auguriamo a tutti i partecipanti una bella gara, soprattutto senza infortuni”, conclude Mair. 

Credits: Harald Wisthaler


Ulteriori news:



Datasport