powered by Suunto
  :   :   :  
giorni   ore   min.   sec.
Südtirol Ultra Skyrace
Gara di corsa estrema sull'alta via

Con Peter Kienzl, al nastro di partenza c'è un fuoriclasse altoatesino

Bolzano, 16 luglio 2019 - La Südtirol Ultra Skyrace 2019, in calendario da venerdì 26 a domenica 28 luglio, si annuncia come un evento superlativo. Infatti, dal suo debutto nel 2013 la gara di corsa estrema in montagna di 121  chilometri con 7554 metri di dislivello lungo l'alta via “Hufeisentour” nelle Alpi Sarentine non ha mai vantato partecipanti di tale prestigio. Con Peter Kienzl di Avelengo e il tedesco Matthias Dippacher, a dieci giorni dal via il direttore del comitato organizzatore Josef Günther Mair presenta altri due fuoriclasse. Anche in campo femminile, con la svizzera Denise Zimmermann e l'ungherese residente in Germania Ildiko Wermescher si sono iscritte due atlete di altissimo livello.

Finora, la Südtirol Ultra Skyrace si è svolta sei volte. E per sei volte è stato un atleta altoatesino a tagliare per primo il traguardo sui Prati del Talvera a Bolzano, dopo 121 chilometri e 7554 metri di dislivello. Quattro vittorie sono andate ad Alexander Rabensteiner di Chiusa, due a Daniel Jung di Naturno che, con 17h34'37", detiene il record del percorso. Ora, Peter Kienzl di Avelengo intende entrare nell'albo d'oro del rinomato evento sull'alta via “Hufeisentour” come terzo vincitore altoatesino, dopo i suoi due secondi (nel 2014 e 2016) e un terzo posto (2015).

"Il mio obiettivo è quello di completare la Südtirol Ultra Skyrace in meno di 18 ore. Vedremo che piazzamento ne esce. Attualmente mi sento molto in forma, recentemente ho vinto l'Ortler Sky Trail. Ma quest'anno la concorrenza è fortissima", dichiara Peter Kienzl a una settimana e mezza dal via, venerdì 26 luglio alle 20:00 in Piazza Walther a Bolzano.

La concorrenza: ad esempio Matthias Dippacher. Anche il tedesco ha già preso parte alla gara sull'alta via “Hufeisentour” due volte. Lo scorso anno, il 42enne di Oy-Mittelberg si è piazzato terzo dietro ad Alexander Rabensteiner e allo svizzero Walter Manser, mentre al debutto dell'evento nel 2013 Dippacher aveva concluso secondo dietro a Rabensteiner. Ma non c’è solo lui: quest'anno, per la prima volta, anche l'austriaco Gerald "Sancho" Fister affronta l'alta via “Hufeisentour” mentre, tra gli Azzurri, ci sarà anche il bergamasco Oliviero Bosatelli a concorrere per la vittoria. Inoltre, non si può escludere un vincitore a sorpresa.


Zimmermann super-favorita

In campo femminile, il manager sportivo dell’evento Thomas Stricker è riuscito a portare alla Südtirol Ultra Skyrace 2019 la svizzera Denise Zimmermann. La 43enne di Wangs recentemente si è piazzata seconda nello Stubai Ultratrail dopo aver vinto lo Scenic Trail. Tra i maggiori successi della Zimmermann ricordiamo anche la vittoria dello Swissalpine Irontrail a Davos (2018) e dello Swiss Irontrail (2017).

Dopo aver concluso seconda dietro alla detentrice del record del percorso Anna Pedevilla (20h51'45") lo scorso anno, Ildiko Wermescher sembra averci preso gusto. L'ungherese 54enne, residente a Landsberg am Lech (Germania), quest'anno mira al gradino più alto del podio. Oltre alla vittoria della Pedevilla (Val Badia), la Südtirol Ultra Skyrace è stata vinta anche da Annemarie Gross (Merano/3 volte), Irene Senfter (Lana) e Maria Kemenater (Val Sarentino).

"Quest'anno potremmo assistere a una gara mai vista prima sull'alta via “Hufeisentour”, visto l'elenco dei fuoriclasse partecipanti. Siamo felicissimi di poter dare il benvenuto a così tanti atleti di alto livello alla nostra gara di corsa estrema in montagna. Ma l'interesse per la Südtirol Ultra Skyrace è molto grande in generale. Nelle iscrizioni registriamo un aumento del 5 percento circa rispetto allo scorso anno. Se continua così, non escludiamo di stabilire un nuovo record", dichiara il direttore del comitato organizzatore Josef Günther Mair. Bisogna però affrettarsi: il termine per le iscrizioni scade mercoledì 17 luglio alle 23:59.

Ulteriori news:



Datasport