powered by Suunto
  :   :   :  
giorni   ore   min.   sec.
Südtirol Ultra Skyrace
Gara di corsa estrema sull'alta via

Il vincitore record Alexander Rabensteiner all'attacco

Bolzano, 18 luglio 2018 - Alexander Rabensteiner di Chiusa (BZ) ha vinto la Südtirol Ultra Skyrace già tre volte. Dopo una pausa di tre anni, il detentore del record quest'anno è nuovamente al via. Nella corsa estrema in montagna di 121 chilometri e 7554 metri di dislivello lungo l'alta via “Hufeisentour” nelle Alpi Sarentine dovrà comunque affrontare rivali determinati. Oltre al suo collega altoatesino Jimmy Pellegrini (Laghetti), anche Matthias Dippacher (Germania) e Walter Manser (Svizzera) sono decisi a contendergli la vittoria.  

Quest'anno, Alexander Rabensteiner e Jimmy Pellegrini hanno un grande progetto. Partendo da Salorno, intendono circumnavigare l'Alto Adige in senso orario rimanendo il più vicino possibile al confine, su un percorso di 770 km con 60.000 metri di dislivello. Il tutto, possibilmente, in dieci giorni. Questa fatica titanica, comunque, non impedisce ai due specialisti di trail di partecipare alla Südtirol Ultra Skyrace (27 al 29 luglio) tra poco più di una settimana e di accollarsi altri 121 km e 7554 m di dislivello.

In passato, entrambi hanno partecipato a questa gara di corsa estrema in montagna lungo l'alta via “Hufeisentour” diverse volte. Soprattutto Alexander Rabensteiner ha collezionato numerosi successi. Per tre volte, tra il 2013 e il 2015, il 42enne di Chiusa ha concluso la gara sul primo gradino del podio. Detiene quindi il record delle vittorie di questa corsa estrema. "Per me, quest'anno la Südtirol Ultra Skyrace è un test per misurare la mia preparazione in vista della nostra circumnavigazione dell'Alto Adige. Ma, naturalmente, se possibile intendo avvicinarmi ai miei tempi da record. Secondo me, non sono assolutamente il favorito, ma comunque mi impegnerò al massimo e vedremo cosa salta fuori. In fondo, il percorso lo conosco a memoria", dichiara Rabensteiner. Il tempo record del triplice vincitore sul percorso dell'alta via “Hufeisentour” è di 17h52'24".


Pellegrini può battere Rabensteiner... secondo Rabensteiner

Anche Jimmy Pellegrini, 40 anni di Laghetti, vanta ottimi risultati nella Südtirol Ultra Skyrace. Nella Südtirol Skyrace (69km/3930m D+) del 2014 si è classificato secondo. Secondo Rabensteiner, se è in forma Pellegrini può tranquillamente terminare la gara ai primi posti della classifica. "Soprattutto in discesa, Jimmy è fortissimo, sono pochi quelli al suo livello. Chi di noi due sarà il più forte quest'anno? Dipende dalla giornata", dichiara Rabensteiner a proposito di Jimmy Pellegrini.

Per Rabensteiner, il favorito è Walter Manser. Lo svizzero quarantenne (Appenzell) è ben noto nei cerchi internazionali del trail. È la prima volta che affronta la Südtirol Ultra Skyrace ma, con la vittoria della Ultra Trail del Lago d’Orta in Piemonte l'ottobre scorso, lo svizzero si è affermato in una gara con caratteristiche simili (120 km/7300 m di dislivello) alla Südtirol Ultra Skyrace. "Secondo me è lui che bisogna battere per vincere. E, naturalmente, non bisogna sottovalutare neanche Matthias Dippacher", continua Rabensteiner.


Iscrizioni ancora aperte fino al 25 luglio

Nella categoria femminile, la detentrice del titolo Maria Kemenater (Val Sarentino) dovrà affrontare concorrenti agguerrite, prime tra tutte l'ungherese residente in Germania Ildiko Wermescher e la danese Karen Brogger. Anche la trentina Lorenza Bortoluzzi dello Maddalene Sky Team, l'associazione partner dell'organizzatore ASV Südtirol Ultra Skyrace, dopo aver vinto per due volte (2016, 2017) nella maratona, quest'anno affronta la distanza originale.

In teoria, le iscrizioni per la Südtirol Ultra Skyrace si dovevano chiudere la notte scorsa. A causa della fortissima richiesta, però, sono state prolungate fino al 25 luglio. La Südtirol Ultra Skyrace è organizzata dall'omonima associazione sportiva in collaborazione con i suoi partner Sportler, La Sportiva e Raiffeisen. 

Ulteriori news: