powered by Suunto
  :   :   :  
giorni   ore   min.   sec.
Südtirol Ultra Skyrace
Gara di corsa estrema sull'alta via

La tematica della sicurezza alla Südtirol Ultra Skyrace è prioritaria

Bolzano, 14 luglio 2017 - In una manifestazione sportiva alla stregua della Südtirol Ultra Skyrace, la tematica della sicurezza copre un ruolo prioritario. Gli organizzatori sono consapevoli di avere al loro fianco tre forti partner, quali la Centrale provinciale d'Emergenza, il soccorso alpino dell'Alpenverein Südtirol (BRD) e il Soccorso Alpino e Speleologico Alto Adige (CNSAS). 

Da quando la corsa estrema si svolge lungo l'alta via “Hufeisentour” nelle Alpi Sarentine, gli organizzatori della Südtirol Ultra Skyrace lavorano fianco a fianco con la Centrale provinciale d'Emergenza, il BRD e il CNSAS. Sin dallo sparo di partenza, dunque, alcuni rappresentanti del BRD siedono nell'ufficio della direzione di gara per monitorarne lo svolgimento. “Le valutazioni del BRD e del CNSAS condizionano fortemente la decisione se interrompere o sospendere definitivamente la Südtirol Ultra Skyrace in caso di maltempo. In collaborazione con i nostri partner, abbiamo elaborato un dettagliato piano di emergenza che ci consente di far fronte nel miglior modo possibile a tutti i potenziali scenari. Ci auguriamo, tuttavia, ardentemente di non averne mai bisogno”, spiega Josef Günther Mair,  presidente del comitato organizzatore.

Il Soccorso Alpino è di fondamentale importanza anche lungo il percorso. Ecco perché, dalla prima edizione nel luglio 2013, esperti soccorritori alpini vengono posizionati nei punti critici della Südtirol Ultra Skyrace così da poter dare una mano ai partecipanti in caso di necessità. Possono altresì aggiornare continuamente via radio i direttori di gara sulle condizioni e gli sviluppi meteorologici. Altri soccorritori alpini, stanziati presso i punti di ristoro, si occupano dei piccoli infortuni. “Fino ad oggi, fortunatamente, non si sono verificati gravi incidenti. Naturalmente speriamo neanche in futuro. Dovesse tuttavia accadere, il BRD e il CNSAS allerteranno immediatamente la Centrale provinciale d'Emergenza e ne coordineranno l' intervento”, continua Mair.


Attrezzatura di sicurezza obbligatoria per i partecipanti

Per gli organizzatori dell'ASV Südtirol Ultra Skyrace, la sicurezza è un fattore prioritario ancor prima di mettere il piede sulla linea di partenza. Il regolamento di gara, dunque, segnala in modo esplicito a tutti i partecipanti che si tratta di una corsa estrema, su un percorso molto impegnativo che richiede “passo sicuro, assenza di vertigini, ottima forma psico-fisica, parziale auto-approvvigionamento, esperienza nelle corse estreme in montagna, buona capacità di orientamento e sicurezza nelle ore notturne e in caso di nebbia”.

Firmando l'iscrizione, pertanto, tutti i partecipanti accettano l'obbligo di dotarsi dell'attrezzatura indicata dalla direzione di gara. Tale attrezzatura comprende:  
• zaino o marsupio
• telefono cellulare sempre accesso e carico
•  numeri di sicurezza dell’organizzazione e numeri d’emergenza salvati nella rubrica
• borraccia o camelback
• bicchiere o contenitore per bere
• scorta alimentare sufficiente per raggiungere il punto di ristoro successivo
• due torce funzionanti oppure una torcia con batterie di riserva
• coperta di salvataggio in alluminio /coperta di emergenza
• fischietto
• set di pronto soccorso: compresse sterili, benda, cerotti
•  giacca impermeabile per il maltempo e abbigliamento caldo per le alte quote
• pantaloni da corsa lunghi almeno fin sotto al ginocchio, o coprigambe
•  berretto, fascia o copricapo di altro genere
• guanti
•  mappa del percorso/road-book o GPS

Poco prima della partenza, con un'ispezione obbligatoria degli zaini, verrà controllato l'effettivo possesso dell'attrezzatura sopraelencata. Eventuali mancanze comporteranno penali che vanno da due ore di ritardo sulla partenza alla squalifica.

Ulteriori news:



Datasport